Da cratere a calamita di sviluppo. Trovata la soluzione per la ripresa dei lavori in piazza a Tolmezzo

19.07.2017 10:34 Età: 97 days

Da cratere a calamita di sviluppo. Trovata la soluzione per la ripresa dei lavori in piazza a Tolmezzo

Categoria: Viabilità, parcheggi, lavori sulle strade


Nell'arco di tempo record di pochi giorni l'amministrazione di Tolmezzo trova la soluzione per la ripresa dei lavori nel cantiere dopo il fallimento della ditta appaltatrice, grazie all'accordo con il curatore fallimentare dell'impresa.
"Il cuore della città tornerà a pulsare. Dopo alcune notti senza sonno, siamo in grado di tirare un sospiro di sollievo: il lavori nella piazza riprenderanno" dice il sindaco di Tolmezzo Francesco Brollo, che spiega: "siamo nelle condizioni di poter dire che il cantiere sarà presto ripopolato grazie all'incontro che abbiamo avuto con il curatore fallimentare dr. Luca Campestrini a Gradisca d'Isonzo, sede della Edilfognature che ora lui amministra nell'ambito della procedura fallimentare. Quando il cantiere riaprirà non lo dirò neanche sotto tortura per il semplice motivo che non lo sappiamo con certezza, visto che ci sono una serie di adempimenti di legge e burocratici che il curatore deve compiere, ma se si pensa che il fallimento è stato dichiarato venerdì e già martedì abbiamo trovato la soluzione è un record di tempestività. Sicuramente non si parla dei mesi di stop che ci sarebbero voluti in caso di nuovo appalto e tantomeno di un anno di fermo cantiere come si sente dire. Ci tengo pubblicamente a ringraziare il curatore per la disponibilità a trovare una via d'uscita, la vicesindaco, decisiva nel suo apporto e che poche ore dopo la notizia del fallimento si era già messa in contatto col curatore, nonché gli altri componenti della nostra delegazione a cominciare dal segretario generale Craighero, il responsabile delle opere pubbliche Pillinini e il direttore dei lavori Lenna che hanno lavorato con convinzione e alta competenza".
In queste ore i funzionari del comune si sono già messi in contatto con l'ufficio del curatore per accorciare i tempi degli adempimenti necessari al ritorno delle maestranze nel cantiere. "Il curatore fallimentare opererà nell'ambito dell'esercizio provvisorio dell'impresa che gli è stato consentito dal Tribunale di Gorizia e questo permetterà la continuità della realizzazione dell'appalto e il mantenimento dei posti di lavoro", spiega il sindaco, che conclude: "Non sono gli ostacoli che si incontrano per strada a giudicare un'amministrazione, ma come si superano. Adesso ci sono le condizioni affinché questo problema sia risolto e una volta terminati i lavori potremo finalmente dare alla collettività uno spazio che sarà calamita di sviluppo e attrazione con eventi che la animeranno, eventi mai visti a Tolmezzo e di caratura internazionale. Quali? Anche qui bando agli annunci, ci piace lavorare nell'ombra come abbiamo fatto per trovare questa soluzione e puntare i riflettori solo una volta ottenuti i risultati. Posso però dire che i cittadini saranno invitati assieme ai commercianti a partecipare a parte della programmazione degli eventi che realizzeremo".

CRONISTORIA
L’opera di riqualificazione di Piazza XX Settembre e delle via adiacenti nel capoluogo comincia nel 2009 con l’assegnazione del contributo e con l’affidamento per l’incarico di progettazione fu inserita nel piano delle Opere Pubbliche del comune nel 2010,  anno in cui fu approvato il progetto preliminare, progetto che nella sua versione esecutiva fu poi approvato con delibera di giunta nell’aprile 2012. Al dicembre 2012 risale invece l’aggiudicazione definitiva dei lavori alla impresa Edilfognature. In seguito, a causa del patto di stabilità, l’opera è rimasta in sospeso. Nel 2015 sono stati consegnati i lavori che nella prima fase hanno interessato la Corte del Romitorio (conclusi  nel dicembre 2015) e Via Spalto (conclusi a giugno 2017). Il 13.12.2016 la Giunta comunale ha approvato la variante al progetto originario, prevedendo la collocazione di 18 posteggi, l’installazione di una fontana, l’eliminazione della grande meridiana e la sostituzione della colonna gravida con una scultura. In queste settimane era prevista l’ultimazione della posa della copertura della Piazza, per poi passare alla pavimentazione di tratti di via Cavour, Del Din e infine di Via Roma ed Ermacora, quindi il 14 luglio è stato dichiarato il fallimento della impresa Edilfognature. Ieri l'incontro decisivo dell'amministrazione comunale con il curatore fallimentare che ha dato l'ok alla prosecuzione dei lavori.