Beneficio regionale di Carta Famiglia "Contributo per servizi socioeducativi e baby sitting minori 3-14 anni"

Oggetto     

Beneficio regionale di Carta Famiglia "Contributo per servizi socioeducativi e baby sitting minori 3-14 anni"

Area tematica

Contributi e agevolazioni

Descrizione   

Contributi a fronte di spese sostenute nel periodo da giugno ad agosto 2021 per la fruizione di servizi socioeducativi, di sostegno alla genitorialità e di servizi di baby sitting (Carta Famiglia minori 3-14 anni).

Responsabile procedimento: Elena Brollo

: 60 giorni successivi all’assegnazione delle risorse a seguito della concessione del finanziamento da parte della Regione FVG

Regolamento comunale sul procedimento amministrativo

Ufficio: Assistenza

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

I contributi possono essere richiesti dai titolari di Carta Famiglia con almeno un figlio a carico di età compresa tra 3 e 14 anni.
Trattandosi di prestazione rivolta a minori, l’indice di riferimento è l'ISEE MINORENNI (art. 7 del DPCM 5 dicembre 2013, n. 159). Nel caso in cui i genitori siano coniugati e/o conviventi l’ISEE MINORENNI corrisponde all’ISEE ORDINARIO, mentre nel caso di genitori non coniugati e non conviventi (e se il genitore non convivente non è coniugato o non ha figli con persona diversa dall’altro genitore) si dovrà tener conto, al momento della compilazione dell'ISEE, anche della condizione economica del genitore non convivente e che viene aggregato nel nucleo famigliare del minore.
Se non si è in possesso di Carta Famiglia oppure se la carta è scaduta, è possibile richiederla al proprio Comune di residenza o procedere autonomamente tramite il sistema informatico Istanze OnLine, (VAI alla pagina dedicata).

QUALI SONO I CONTRIBUTI CONCEDIBILI

Sono oggetto di contributo le seguenti spese:
a) spese per servizi socio educativi e di sostegno alla genitorialità (a titolo esemplificativo: attività diurne estive a carattere educativo, ludico/ricreativo o sportivo) rivolti ai figli minori di età compresa tra 3 e 14 anni;

b) spese per servizi di baby sitting regolati da contratti di lavoro domestico o mediante prestazioni di lavoro occasionale attivate utilizzando il Libretto famiglia, rivolti ai figli minori di età compresa tra 3 e 12 anni. Ai sensi dell’art. 31 della Legge regionale 7/2000 non possono essere oggetto di rimborso le spese sostenute per servizi di baby sitting laddove, tra il prestatore di lavoro e l’utilizzatore, intercorrano rapporti di coniugio, parentela e affinità sino al secondo grado.

QUAL È IL PERIODO RICONOSCIUTO AI FINI DEL CONTRIBUTO

Il contributo è riconosciuto per le spese sostenute per servizi erogati nel periodo da giugno ad agosto 2021.

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO

Gli importi massimi concedibili, approvati con deliberazione di Giunta regionale, rientrano  nelle  fasce di intensità massima indicate nella tabella di seguito riportata:  

 

CONTRIBUTO MASSIMO SPETTANTE IN BASE ALLA SPESA SOSTENUTA E ALLA FASCIA DI INTENSITÀ

              
FASCE DI INTENSITÀ MASSIMA DEL BENENFICIO
ISEE NON SUPERIORE A 30.000,00 EURO
FASCE DI SPESA

A
B
C
BASSA INTENSITÀ
MEDIA INTENSITÀ
ALTA INTENSITÀ
(Nucleo familiare
con 1 figlio)

(Nucleo familiare
con 2 figli)

(Nucleo familiare
con 3 o più figli)

Da 0 a 600,00150255345
Da 601,00 a 1000,00 200340460
Oltre 1000,00250425575

Gli importi definitivi saranno stabiliti con deliberazione di Giunta regionale, tenuto in considerazione il numero di domande pervenute e le risorse finanziare disponibili.


QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda di contributo si può presentare dal 15 luglio al 15 settembre 2021, al termine del periodo di fruizione dei servizi per i quali si richiede il contributo.

 
COME COMPILARE LA DOMANDA

La domanda va presentata dal titolare di Carta Famiglia per tutti i figli e per tutte le tipologie di spesa (servizi socio educativi e servizi di baby sitting) esclusivamente per via telematica tramite il sistema IOL (Istanze On Line).
La procedura richiede un'autenticazione attraverso SPID-Sistema pubblico di identità digitale o CRS-Carta regionale dei servizi (tessera sanitaria).

COME OTTENERE SPID O LA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI

- Come ottenere SPID
- Come attivare la carta regionale dei servizi*
 
*Gli utenti potranno attivare la CRS presso l’URP della Regione di Tolmezzo in Via J. Linussio 2 dopo aver fissato un appuntamento telefonando al numero 0433 41559. Sarà necessario portare con sé la CRS stessa e un documento di identità o di riconoscimento.
Sempre all’Urp sarà possibile richiedere il lettore da collegare al computer che consente di leggere il microchip della Carta. Ogni nucleo familiare può riceverne uno gratuitamente (fino ad esaurimento scorte).

SISTEMA ISTANZE ONLINE

- Accesso al sistema telematico per la richiesta di contributo (VAI alla pagina)

- Guida informativa per la richiesta di contributo (VAI alla guida)

Assistenza tecnica telefonica per la compilazione della domanda:
- 800098788 da telefono fisso;
- 040 06 49 013 da telefono cellulare.

ALLEGATI ALLA DOMANDA

Alla domanda va allegata la documentazione giustificativa delle spese sostenute e quella comprovante l’avvenuto pagamento (fatture quietanzate, ricevute, buste paga, bonifici, estratti conto del Libretto Famiglia per i servizi di baby sitting, ecc.).
La documentazione relativa alla spesa sostenuta deve essere intestata ad uno dei soggetti inseriti in carta famiglia e dev’essere indicato chiaramente:
- il soggetto erogatore del servizio e la sede dello stesso
- il comune presso cui è fruito il servizio
- la tipologia di attività usufruita (a titolo esemplificativo, attività diurne estive a carattere educativo, ludico/ricreativo o sportivo)
- il nominativo del/dei minore/i che usufruisce/usufruiscono del servizio, inserito in Carta Famiglia, a cui lo stesso è rivolto
- il periodo di fruizione del servizio da parte del minore (a titolo esemplificativo “ da ... a ...”)
- l’importo sostenuto
- la descrizione della modalità di pagamento (contanti, carta di credito, bancomat, bonifico)

Ai fini della verifica dell'avvenuto pagamento si richiede che la documentazione presenti la dicitura “PAGATO” se il pagamento avviene in contanti, carta di credito o bancomat, mentre se il pagamento avviene con bonifico è necessario allegare la documentazione bancaria attestante il pagamento (distinta di avvenuto bonifico con C.R.O.).

ULTERIORI INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI nella pagina dedicata del sito internet della Regione FVG (VAI alla pagina)

Gestione   Associata   fra   i   Comuni   di   Amaro,   Cavazzo   Carnico,   Tolmezzo   e   Verzegnis Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 e seguenti del Regolamento UE n. 2016/679 (G.D.P.R.)
Ai  sensi e  per  gli  effetti  dell’art. 13 del Regolamento  679/2016/UE “General Data Protection
Regulation” (GDPR), si informa che ciascun Ente riceve, conserva, comunica, raccoglie, registra e dunque tratta i dati personali nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità degli interessati, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali.

1. TITOLARE E CONTITOLARI DEL TRATTAMENTO
I Comuni di Tolmezzo, Amaro, Cavazzo Carnico e Verzegnis hanno sottoscritto un accordo di contitolarità nel trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 26 del Regolamento (UE) 679/2016. Il titolare del trattamento dei dati personali di cui alla presente informativa è il Comune di Tolmezzo, in qualità di Ente capofila della Gestione associata dei servizi, mentre i Comuni di Amaro, Cavazzo Carnico e Verzegnis sono contitolari del trattamento. Di seguito, il dettaglio dei contatti, di ciascun Comune:
COMUNE DI TOLMEZZO (TITOLARE DEL TRATTAMENTO)
Indirizzo: Piazza XX Settembre, 1 - 33028 Tolmezzo UD
Email:  comune.tolmezzo@com-tolmezzo.regione.fvg.it 
Pec:  comune.tolmezzo@certgov.fvg.it
Telefono: 0433 487911
COMUNE DI AMARO (CONTITOLARE DEL TRATTAMENTO)
Indirizzo: Via Roma, 33 - 33020 Amaro
Email:  segreteria@com-amaro.regione.fvg.it 
Pec:  comune.amaro@certgov.fvg.it
Telefono: 0433 94056
COMUNE DI CAVAZZO CARNICO (CONTITOLARE DEL TRATTAMENTO)
Indirizzo: Piazzale dei Caduti, 5 - 33020 Cavazzo Carnico
Email:  affari.generali@com-cavazzo-carnico.regione.fvg.it  
Pec:  comune.cavazzocarnico@certgov.fvg.it
Telefono: 0433 93003
COMUNE DI VERZEGNIS (CONTITOLARE DEL TRATTAMENTO)
Indirizzo: Via Udine, 2 - 33020 Verzegnis
Email: segreteria@com-verzegnis.regione.fvg.it
Pec:  comune.verzegnis@certgov.fvg.it
Telefono: 0433 2713

2. RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (RPD o Data Protection Officer – DPO)
Il responsabile della protezione dei dati (RPD o Data Protection Officer – DPO) è il referente al quale gli interessati potranno rivolgersi per qualsiasi richiesta e/o chiarimento inerente la presente informativa e il trattamento dei dati personali.
Il DPO potrà essere contattato con le seguenti modalità:
Email: dpo@boxxapps.com
PEC: boxxapps@legalmail.it
Telefono: 800893984
 
3. FINALITÀ E BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO
Il  trattamento  dei  dati  personali  forniti  dagli  interessati  o  comunque  utilizzati  (compresi e-mail/PEC personale e numero di cellulare), viene effettuato per lo svolgimento di funzioni istituzionali dell’Amministrazione comunale, in particolare per l’esecuzione dei compiti di interesse pubblico di cui è investito il titolare per il perseguimento delle finalità connesse all’espletamento dei seguenti procedimenti:
- Gestione della Carta Famiglia Regionale - richiesta di accesso e di rinnovo;
- Gestione del contributo regionale per servizi socioeducativi e di sostegno alla genitorialità per la fascia di età 3-14 anni.
Non viene inviata alcuna comunicazione cartacea, le comunicazioni sono telematiche (tramite e-mail o SMS) comprese quelle relative all’esito dei procedimenti.

4. NATURA DEL CONFERIMENTO DEI DATI
Si informa che, tenuto conto delle predette finalità del trattamento, il conferimento dei dati è necessario e il loro mancato, parziale o inesatto conferimento potrà avere, come conseguenza, l’impossibilità     di     istruire     e     concludere     il     relativo     procedimento     amministrativo. Si ricorda che i Comuni non provvederanno a inviare alcuna comunicazione cartacea, pertanto il mancato consenso al trattamento dei dati personali relativi all’indirizzo e-mail/PEC e al numero di cellulare renderà impossibile effettuare eventuali comunicazioni necessarie per la gestione della Carta Famiglia e inviare le comunicazioni relative all'apertura dei termini per richiedere i relativi benefici.

5. TIPOLOGIA DI DATI TRATTATI
I  dati  che  possono  essere  raccolti  e  trattati  nell’ambito  del  procedimento  di  cui  al  punto  3,
appartengono alle seguenti categorie:
a) Dati identificativi (ad esempio cognome, nome, nascita, residenza, domicilio, codice fiscale, indirizzo di posta elettronica, recapito telefonico, composizione nucleo familiare, ecc.);
b) Dati inerenti alla condizione anagrafica e allo stato civile del nucleo familiare;
c) Dati relativi alla situazione economica e finanziaria del nucleo familiare;
d) Dati bancari.

6. MODALITA DI TRATTAMENTO DEI DATI
I dati personali raccolti saranno trattati dai soggetti designati e da quelli autorizzati al trattamento impiegati presso i singoli servizi comunali interessati alla richiesta. Gli stessi saranno trattati, per le finalità sopra indicate, sia per mezzo di archivi cartacei che per mezzo di archivi informatici o telematici e, comunque, con modalità tali da garantire la sicurezza, l’integrità e la riservatezza dei dati, nonché nel pieno rispetto dei principi generali in materia di protezione dei dati personali. Il trattamento non prevede processi decisionali automatizzati, compresa la profilazione.

7. DESTINATARI DEI DATI PERSONALI
Il titolare comunica i dati forniti nella domanda di richiesta dei contributi per i servizi socio educativi di sostegno alla genitorialità e per servizi di Baby sitting, rivolti ai minori 3-14 anni, agli uffici della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, a INSIEL S.p.A., all’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina (ASU GI) - Area Welfare di Comunità e, su richiesta, ai soggetti ai quali la comunicazione è dovuta per legge per l’espletamento delle finalità istituzionali dell’Amministrazione regionale, oppure ai soggetti nominati responsabili esterni,  ai sensi dell’art. 28 del GDPR in presenza di un obbligo contrattuale, che prestino garanzie adeguate circa la protezione dei dati e agiscano in base alle  direttive  impartite  dal  titolare  del  trattamento  (ad  esempio  alla  ditta  di  gestione  e manutenzione delle procedure informatiche direttamente o indirettamente collegate all'erogazione dei servizi e/o prestazioni in relazione ai quali i dati vengono raccolti e trattati).
I dati saranno diffusi solo se previsto da specifiche norme riguardanti obblighi di pubblicazione e trasparenza.

8. TRASFERIMENTO DEI DATI
Nell’ambito del procedimento di cui al punto 3 non è previsto alcun trasferimento dei dati a Paesi terzi o a Organizzazioni Internazionali.

9. PERIODO DI CONSERVAZIONE DEI DATI
I dati saranno conservati per il tempo necessario per il conseguimento delle finalità per le quali sono raccolti e trattati. Sarà possibile la loro conservazione anche dopo la conclusione del relativo procedimento amministrativo per l’espletamento di tutti gli eventuali adempimenti conseguenti. Ciascuna Amministrazione potrà conservare i dati per periodi più lunghi a fini di archiviazione nel pubblico interesse, allo scopo di adempiere ad obblighi normativi o di esercitare una legittima facoltà secondo quanto previsto dall’art. 5, comma 1, lett. e) del GDPR.

10. DIRITTI DELL’INTERESSATO
In ogni momento l’interessato potrà esercitare, ai sensi degli articoli da 15 a 21 e dell’art. 77 del
GDPR, i seguenti diritti:
a) di accedere e chiedere copia, anche in formato elettronico o digitale, dei dati personali in possesso del titolare del trattamento;
b) di richiedere conferma dell’effettivo trattamento dei suoi dati personali da parte del titolare; c) di ottenere la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano (nei casi previsti dalla normativa);
d) di opporsi al trattamento, nei casi previsti dalla normativa;
e) alla portabilità dei dati, nei casi previsti dalla normativa;
f)  di revocare il consenso, ove previsto: la revoca del consenso non pregiudica la liceità del trattamento basata sul consenso conferito prima della revoca;
g) di proporre reclamo all'autorità di controllo (Garante Privacy).
L’interessato può, in qualsiasi momento, esercitare i suoi diritti mediante l'invio di una richiesta
scritta al Comune di Tolmezzo.